Terminati i lavori a Porta Perugina per la nuova area di sosta per autobus

 

areabusagrariaA Porta Perugina sono giunti a conclusione la scorsa settimana i lavori per una nuova area di sosta autobus; insieme a ciò è stato bitumato il tratto stradale adiacente il nuovo spazio ed è stato completamente riasfaltato Viale Montecristo, strada d’ingresso all’Istituto Tecnico Agrario “Ciuffelli”. I lavori, per un investimento complessivo di circa 50.000 euro finanziati con risorse comunali,saranno inaugurati domenica 18 settembre alle ore 11.30. Alla cerimonia, alle quale è invitata tutta la cittadinanza, interverranno il Sindaco di Todi, Carlo Rossini, le imprese esecutrici dei lavori, il personale dell’Ufficio Tecnico comunale ed il Dirigente scolastico del “Ciuffelli”, prof. Marcello Rinaldi.

SISMA, AL PARCO DELLA PESCAIA SERATA SOLIDARIETÀ. RACCOLTI 2MILA EURO.PRESENTE IL SINDACO DI PERUGIA,ANDREA ROMIZI

 

listenerSono stati raccolti oltre 2mila euro nella serata di solidarietà a favore degli studenti delle zone colpite dal sisma del 24 agosto, giovedì 15 settembre, al Parco della Pescaia di via XX settembre a Perugia, dove molti volontari dell’Associazione per i diritti degli anziani (Ada) hanno lavorato per la riuscita dell’evento. I fondi raccolti saranno versati all’istituto omnicomprensivo di Amatrice per l’acquisto di materiale didattico.

All’iniziativa, a cui ha partecipato anche il sindaco di Perugia Andrea Romizi, hanno aderito altre realtà associative cittadine: Il Profumo dei Tigli, Filosofi…amo, Fontivegge Insieme, Hakido-Perugia, Scout d’Europa Perugia1 e Wwf. In un’atmosfera di festa e di amicizia, molti cittadini hanno risposto all’invito e hanno partecipato insieme ai volontari che vivono e vigilano sul parco dove organizzano tante attività finalizzate a un suo rilancio. Durante la cena, è stato possibile degustare spaghetti all’amatriciana o alla perugina. A fare gli onori di casa, Ada Girolamini, presidente di Ada. Presenti Claudio Bendini, segretario confederale di Uil Umbria, e Franco Ciurnella, segretario regionale Uil pensionati Umbria. A sostegno della serata era presente anche l’onorevole Adriana Galgano.

Grande soddisfazione è stata espressa dalla presidente Girolamini che ha ringraziato tutti per il lavoro, la passione e la solidarietà espressa.

Made in italy: Coldiretti, triplica export spumante italiano in Francia

Triplica la domanda di spumante italiano in Francia con le esportazioni che hanno fatto segnare un incremento record del 198% delle bottiglie di bollicine Made in Italy spedite nel 2016. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi ai primi cinque mesi dell’anno che evidenziano un nuovo record storico per le spedizioni di spumanti italiani nel mondo.
I cugini francesi – sottolinea la Coldiretti – non hanno mai richiesto così tanto spumante italiano a fronte di una sostanziale stabilità negli arrivi di champagne francese in Italia tanto che per ogni bottiglia di champagne stappata in Italia – continua la Coldiretti – ne vengono portate Oltralpe oltre sei di spumante italiano.

La Francia – precisa la Coldiretti – ha addirittura sorpassato la Germania è si classifica al terzo posto tra i principali clienti di bollicine italiane dopo Gran Bretagna e Stati Uniti. A fare la differenza resta tuttavia il valore medio per bottiglia commercializzata attraverso le frontiere che per lo champagne è molto più elevato rispetto allo spumante. Un gap pesante che – sottolinea la Coldiretti – va recuperato con adeguate politiche di valorizzazione del prodotto ma che non è sempre giustificato dal punto di vista qualitativo.

Nella classifica delle bollicine italiane preferite nel mondo ci sono tra gli altri il Prosecco, l’Asti e il Franciacorta che infatti ormai sfidano alla pari il prestigioso Champagne francese. Lo dimostrano le vendite complessive dello spumante italiano all’estero che fanno segnare un record storico nel 2016 con un balzo del 25% delle bottiglie esportate sulla base di una analisi Coldiretti su dati Istat relativi ai primi cinque mesi.

A spingere verso lo storico risultato è stata soprattutto la domanda in Gran Bretagna che – rileva la Coldiretti – è diventata nel 2016 il primo mercato mondiale di sbocco delle spumante italiano con le bottiglie esportate che hanno fatto registrare un aumento record del 37% che è ora messo a rischio dalla Brexit. Al secondo posto gli Stati Uniti dove comunque si rileva una +14,3%, mentre in Germania – precisa la Coldiretti – si registra una sostanziale stabilità delle vendite.

Un tendenza che – conclude la Coldiretti – consolida il sorpasso avvenuto lo scorso anno con 320 milioni di bottiglie di spumante italiano stappate all’estero mentre per lo champagne francese le esportazioni si sono fermate a 307 milioni di bottiglie.

PROGETTO ROCCHE ALBORNOZIANE : “VIAGGIO ATTRAVERSO LE ROCCHE” – POLINO 2016 (23 – 25 settembre)

hqdefaultIl patrimonio italiano di Castelli e Rocche ha conosciuto sotto il dominio dello Stato Pontificio, all’indomani del rientro del Papa da Avignone, un proliferare di fortificazioni a difesa di confini e territori della Chiesa. Il Cardinale Egidio Albornoz ebbe l’incarico di ricompattarne i possedimenti, con un intervento che dall’Emilia al Lazio, vide tornare sotto la stessa bandiera l’intera Italia Centrale. Dopo sette secoli,a testimoniare quel passato, sono ancora lì, austere e maestose, non più opere militari ma, centri di arte e cultura.
Parte da qui il Progetto Rocche Albornoziane, un percorso tra cultura, arte, folclore, tradizioni, alla scoperta dei popoli che vi si sono insediati e le loro origini, senza dimenticare l’enogastronomia. L’appuntamento di apertura, la “prima”, è a Polino, dal 23 al 25 settembre,dove il Progetto verrà presentato ed illustrato, alla presenza del presidente dell’Ente che l’ha ideato, Fabrizio Desantis. Da segnalare, allora, l’apertura gratuita al pubblico della Rocca dei Polini, con all’interno il “Museo degli Appennini”. A Palazzo Castello, invece, sempre venerdì 23 settembre,nella Sala Herman la proiezione del corto “Polino”, la mostra su Ettore Patrizi fondatore del primo giornale italiano negli Stati Uniti, con manoscritti, foto, nonchè la presentazione del libro a lui dedicato, scritto da Giacomo Pellicanò. Il sabato, poi, la prima giornata dell’ automotoraduno, con l’arrivo di equipaggi da tutta Italia. Domenica, infine, l’evento che vede il supporto dell’amministrazione comunale di Polino e dell’Ente Nazionale Ideazione Asi, per lo svolgersi di una tavola rotonda sul tema “Quando la qualità fa la differenza”. Interverranno: il Sindaco di Polino Remigio Venanzi, il Presidente Anci Umbria Francesco De Rebotti, il Presidente Nazionale Ideazione-Asi Riccardo Bertollini, Maurizio Pescari, giornalista

Rapinata su un treno della linea Milano – Venezia dà alla luce una bambina. Arrestati gli aggressori

 

imagePrima il terrore di essere rapinata. Poi il dolore di essere picchiata perchè ha provato a difendersi e, poco dopo, la gioia di tenere in braccio la sua bambina.E’ questa la disavventura a lieto fine vissuta da una donna nigeriana di 28 anni, incinta di 8 mesi e mezzo, nei giorni scorsi.

Mentre si trovava in viaggio su un treno della linea Milano Venezia ed era al telefono è stata infatti aggredita da due persone, poi identificate come 23enni albanesi, che le hanno strappato di mano il cellulare. La giovane donna ha immediatamente reagito, cercando di tenere il telefono stretto senza mollare la presa. Una reazione che ha scatenato quella dei suoi aggressori che l’hanno colpita più volte con calci, pugni e morsi.

La ragazza è riuscita a fuggire dallo scompartimento teatro dell’aggressione e a chiedere aiuto al capotreno che ha contattato i carabinieri. Mentre la donna veniva trasferita in pronto soccorso a Chiari i carabinieri hanno rintracciato, e arrestato, uno dei rapinatori e qualche ora dopo individuato e denunciato anche il suo complice.

In ospedale la donna, spaventata e contusa ma per fortuna non ferita in modo grave, ha partorito un bambina. Tutte e due stanno bene

Il Movimento Civico Todi dice no alle affermazioni offensive verso Floriano Pizzichini

 

movcivicotodiIl Movimento Civico Todi intende stigmatizzare le gravi e pesanti affermazioni rivolte da un militante del Partito democratico di Todi ( ex membro della segreteria)  al nostro candidato Sindaco Floriano Pizzichini.  L’ironia adottata per schernire Pizzichini, fondata su ignobili frasi che usano il tema della disabilità per denigrarlo, sono quanto di più squallido e deprecabile si possa leggere. A ciò si aggiunga il goffo tentativo di recuperare la pessima uscita con un altrettanto grave affermazione che paragona la “debolezza” ( si presume politica) ad una forma d’handicap. Il tutto per il compiacimento di altri noti militanti della sinistra tuderte che nulla hanno avuto a che dire difronte a tale incommentabile atto. Tali gesti non solo non favoriscono un clima di confronto e dialogo civile e democratico tra le diverse espressioni politiche cittadine, ma offrono un immagine misera della politica e dei suoi protagonisti. Constatare che ancora oggi vi sia qualcuno che fa ironia usando il tema della disabilità ci rattrusta e ci induce a pensare che la strada per una cultura dei rispetto e dell’educazione civica sia ancora lunga. Ci auguriamo che il Segretario del Pd di Todi, Diego Carletti, prenda le distanze da tali  affermazioni che offendono la dignità di chi vive una particolare  condizione  di vita chiedendo ai suoi militanti di riportare il dibattito ad un clima maggiormente rispettoso e civile. In questi casi, ignorare o restare in silenzio significa mostrarsi accondiscendenti.
Movimento Civico Todi

ROSSINI SGONFIA LE MONGOLFIERE

cinquestelleI fatti:

dopo il famoso volo di luglio sulla città ci eravamo impegnati a cercare una soluzione per riportare le mongolfiere a Todi.

Le altre parti politiche avevano ritenuto più conveniente lasciare Rossini &co. a cuocere nel proprio brodo, per poter poi cavalcare il malcontento in campagna elettorale.

Noi invece abbiamo preferito agire per il bene della Città, senza calcoli politici.

Abbiamo quindi proposto al Sindaco di accettare la nostra collaborazione  per riaprire il dialogo con il sig. Shaw, creando un’occasione di incontro.

Non abbiamo chiesto contropartite né ruoli, anzi abbiamo detto chiaramente al Sindaco che non avremmo partecipato all’incontro con Shaw, né avremmo fatto alcuna dichiarazione pubblica, lasciando a lui ogni onore e merito.

Saremmo rimasti volentieri nell’ombra, con la soddisfazione di aver riportato a Todi un evento popolare tra la gente e redditizio per gli operatori economici.

Il Sindaco aveva accettato, ponendo la condizione di far incontrare col Sig. Shaw alcuni membri della Giunta non coinvolti nelle precedenti, burrascose occasioni.

Qualche giorno dopo ci è stata poi comunicata la data dell’incontro, giovedì 15 settembre alle 16,30, e noi l’abbiamo comunicata al Sig. Shaw che ha confermato la sua presenza.

Due giorni prima di tale data un Assessore, con una telefonata, ci comunicava che quell’incontro, così come concordato col Sindaco, non ci sarebbe stato.

Ha detto testualmente “ sia chiaro non saremo noi a convocare Shaw, ma deve essere lui a chiedere l’incontro”. ha poi aggiunto che all’eventuale incontro avrebbero dovuto partecipare “gli operatori turistici”, senza specificare quali, ma ribadendo di nuovo che anche in questo caso non sarebbe stato il Comune a convocarli.

Insomma, una riunione presso il Comune indetta da non si sa chi, partecipata da non si sa chi. Praticamente impossibile da realizzare.

Il nostro commento:

il Sindaco, il giorno stesso del volo su Todi, aveva emanato un comunicato in cui affermava “ l’Amministrazione comunale esprime fin da ora la propria disponibilità”

auspicando “un confronto positivo”.

Alla faccia della disponibilità e positività. Con un colpo solo ha dato uno schiaffo  a Shaw, ai 5Stelle, e soprattutto alla Città.

Non sappiamo se si tratti di bieco calcolo politico, o solo di incompetenza, superficialità o cialtroneria, ma sta di fatto che ora non ci sono più speranze di riportare le mongolfiere a Todi, almeno finché ci sarà questa gente ad amministrare la Città

Todi: domenica formato famiglia alla Cittadella Agraria Il 18 settembre un’intera giornata con mercato agricolo, degustazioni guidate, escursioni e visite guidate, laboratori e spettacoli per bambini

 

cittadella_agraria_todiDomenica formato famiglia alla “Cittadella Agraria” di Todi, quella del prossimo 18 settembre, con l’ex Monastero di Montecristo vestito a festa per salutare la fine dell’estate e l’arrivo dell’autunno.

Per l’intera giornata, dalle 9 alle 19, è in programma un mercato nel chiostro medievale con oltre 40 aziende agricole locali, contornato da degustazioni enogastronomiche guidate, laboratori di fattoria didattica per bambini e ragazzi, escursioni intorno a Todi tra città e campagna, letture animate, giochi strutturati, visite culturali guidate, spettacoli di falconeria e molto altro.

La manifestazione, promossa dal Ciuffelli con il patrocinio del Comune di Todi e la collaborazione di numerosi soggetti, quali CIA, AIS, FAI, Polis, UmbriaMia, ripropone la formula vincente che già lo scorso anno aveva richiamato centinaia di famiglie e migliaia di presenze.

Protagonista dunque l’agricoltura multifunzionale e a km zero, con la Cittadella trasformata in un originale centro agroalimentare naturale, con un lungo elenco di produzioni tipiche: marmellate, mieli, salse, legumi, birre, vini, dolci, salumi, olio, zafferano, amari, pasta, farine, ortaggi, confetture, frutta, piante officinali, formaggi, prodotti cosmetici.

Durante la giornata sono previste, oltre quelle libere presso i vari banchi d’assaggio, anche delle degustazioni guidate di vini, tartufi e altri prodotti gastronomici, con anche una sorta mini-corso di preparazione delle marmellate dopo una passeggiata alla ricerca dei frutti selvatici del bosco.

La domenica alla “Cittadella Agraria” riserverà tanto spazio e attenzione ai bambini, che potranno partecipare ai laboratori di educazione ambientale ed alimentare, a letture animate ed altre attività ed esperienze ludico-didattiche che si susseguiranno a ritmo continuo per tutta la giornata negli spazi del complesso scolastico.

Il programma inizierà la mattina con una escursione intorno a Todi, con un interessante percorso a tappe fuori e dentro le mura, con quattro guide ad animare la passeggiata, prima di tornare in Viale Montecristo in tempo per l’inaugurazione della nuova area di sosta davanti al Bastione di Porta Perugina e per l’aperitivo nel chiostro. In programma anche una visita guidata a cura del FAI e una riunione del gruppo “Disegnando Todi”. La lunga giornata vedrà la presenza di mezzi agricoli, cavalli e di uno spettacolo di falconeria, con un probabile finale musicale a sorpresa.

Dall’alba al tramonto, dunque, agricoltura in vetrina e a tutto campo, con una proposta per famiglie libera e gratuita e con un susseguirsi di iniziative tutte orientate a far conoscere e promuovere i prodotti tipici locali, facendone apprezzare qualità, tipicità, stagionalità e salubrità, educando i cittadini alla conoscenza delle filiere alimentari e ad un consumo responsabile e consapevole.

ENOLOGICA, CONFAGRICOLTURA AL FOCUS SU SOSTENIBILITÀ NEI COMUNI RURALI L’incontro sabato 17 settembre alle 11 nel Complesso museale di san Francesco – Montefalco una delle 13 realtà che ha ottenuto il riconoscimento ‘Spighe verdi 2016’

 

montefalco_-_chiesa_di_san_francesco_interno_01‘Sostenibilità, Montefalco al centro’ è il titolo del convegno che, nell’ambito di Enologica 2016, si terrà sabato 17 settembre alle 11 nel complesso museale montefalchese di san Francesco. La cittadina umbra è infatti tra le 13 realtà italiane ad aver ottenuto il riconoscimento ‘Spighe verdi 2016’ assegnato da Fee (Foundation for environmental education) e Confagricoltura Umbria ai Comuni rurali che prestano particolare attenzione allo sviluppo sostenibile connesso alla qualità della vita delle comunità.

All’incontro parteciperanno, insieme al sindaco di Montefalco Donatela Tesei, Mario Guidi, presidente nazionale di Confagricoltura, Amilcare Pambuffetti, presidente del Consorzio vini Montefalco, Fernanda Cecchini, assessore alle politiche agricole e agroalimentare della Regione Umbria, Claudio Mazza, presidente di Fee Italia, e Giuseppe Cioffi, presidente dell’Its (Innovazione, tecnologia e sviluppo) Umbria Made in Italy.

“Confagricoltura – anticipano dalla confederazione – crede nella gestione sostenibile ambientale quale espressione di un processo di miglioramento continuo per contribuire alla salvaguardia delle risorse del pianeta in cui l’agricoltura svolge il ruolo di protagonista, in quanto parte fondamentale del processo di sostenibilità dei territori”.

 

MAGIONE, MOLINI POPOLARI RIUNITI INAUGURA L’AGRI GARDEN ‘POLLICE VERDE’ Sabato 17 settembre, alle 16, in via Forma nuova 87. Interviene anche il sindaco Chiodini

 

listenerSi stanno sistemando gli ultimi dettagli ma ormai l’agri garden ‘Pollice verde’ della Molini popolari riuniti è ultimato e pronto per l’inaugurazione. Il nuovo punto vendita della società cooperativa agricola aprirà a Magione, in via Forma nuova 87, sabato 17 settembre, alle 16. Al taglio del nastro interverranno Dino Ricci, presidente della Molini popolari riuniti, e Giacomo Chiodini, sindaco di Magione. Nel negozio garden, clienti e soci della cooperativa potranno trovare prodotti per agricoltura, enologia, olivicoltura e apicoltura, tutto per il giardinaggio e l’irrigazione, mangimi, e alimenti e accessori per cani e gatti.

A conclusione della cerimonia è previsto un buffet con prodotti tipici della cooperativa.