Comunicato Stampa:”DELLA SALUTE DEI TUDERTI, LEGA E FORZA ITALIA, NE FANNO CONTESA POLITICA E RUGGIANO GIOCA A FARE L’EQUILIBRISTA”

 

L’equilibrismo politico con cui il centrodestra tuderte prova a mediare tra il Vicesindaco Ruspolini e l’Assessore all’ambiente Primieri, non è sufficiente a ridimensionare una vicenda che si può definire, a dir poco, grottesca. Da mesi la Lega e Primieri si rincorrono a colpi di comunicati su delicate questioni come quella della salute pubblica, della qualità dell’ambiente e di come queste si possano coniugare con le attività produttive locali e il Sindaco Ruggiano che come al solito, anche su questa vicenda, tra i due, gioca a fare l’equilibrista! Una corsa a chi arriva prima, culminata con un comunicato della Lega che annuncia una proposta rivolta all’amministrazione comunale per istituire un protocollo di intesa tra Comune, Arpa ed Asl, smentita a stretto giro dall’assessore Primieri che, contemporaneamente, comunicava il primo di una serie di incontri fra lo stesso Comune e l’Arpa, “già programmati da tempo”.

Ci chiediamo come, su questioni di tale rilevanza, due assessori della stessa giunta, due partiti della stessa maggioranza, non si siano confrontati, al punto di non conoscere le volontà politiche dell’altro. Né si capisce come sia possibile che temi che riguardano un’importante azienda produttiva del territorio, che investono un’agenzia come l’Arpa, non vedano una gestione collegiale e condivisa dell’intera amministrazione comunale, al punto di diventare “teatrino” di scontro politico. A poco servono i comunicati stampa di Ruggiano che danno ragione a tutti, quando si è reso evidente la modalità con cui si gestiscono alcune importanti questioni.

Gruppo Consiliare Partito Democratico

Simone Cristicchi,un artista di grande spessore culturale e professionale.

 

 

 

La canzone di Sanremo, “Abbi cura di me” è stata definita un “Cantico 2.0”, una canzone francescana. E alla domanda se abbia mai provato ad interessarsi ai mistici umbri, in particolare a Jacopone da Todi, l’artista ha risposto che lo conosce bene «anche se non ho mai approfondito la sua spiritualità, era già tra i progetti ai quali vorrei lavorare. In Jacopone e nella mia ricerca ci sono molti canoni che rispecchiano una mia attitudine, che fanno parte delle mie riflessioni sulla spiritualità, sulla felicità, sulla bellezza e che riguardano la ricerca dell’assoluto e di Dio. In Umbria, poi, ho trovato un luogo particolare, l’eremo francescano di Campello sul Clitunno. Lì ho stretto amicizia con queste suore francescane e ho visitato la Grotta di Francesco ed è nato il germoglio della canzone. Un luogo di silenzio e contemplazione, ma anche di accoglienza, dove poter ritemprare lo spirito e il corpo».

Comunicato Stampa dell’Amministrazione Comunale.”Siamo orgogliosi della attenzione che la Amministrazione, nel suo complesso, sta ponendo al tema dell’ambiente”

 

Dalla Segreteria del Sindaco riceviamo un comunicato stampa che pubblichiamo :

” Prendiamo atto con soddisfazione della proposta della Lega, in relazione all’eventuale protocollo tra il, Comune, la Asl e l’ARPA, così come è emersa a seguito del lavoro svolto dal Senatore Briziarelli, insieme ai rappresentanti locali della Lega.
In tal senso, il Sindaco ha avuto modo di confrontarsi con l’Avvocato Primieri, Assessore con delega all’ambiente sulla possibilità che il Comune possa accedere all’ipotizzato protocollo.

La analisi del grande lavoro svolto in questi mesi dall’Assessorato, ci conforta sulla attenzione che la Amministrazione ha posto alla salute dei cittadini ed alla tematica ambientale.

Proprio in questi giorni, tra l’altro, è previsto l’ennesimo incontro dell’Assessore con la ASL, per continuare il monitoraggio dei dossier che destano la attenzione dei cittadini e del comune.

Nei prossimi giorni, quindi, la amministrazione, in particolare l’Assessore delegato, avrà la possibilità di confrontarsi con la proposta della Lega, affinché si possa valutarne la fattibilità ed eventualmente portarla a termine.

In tal senso, siamo orgogliosi della attenzione che la Amministrazione, nel suo complesso, sta ponendo al tema dell’ambiente, nella certezza che la salute dei cittadini sia uno degli elementi cardine della politica amministrativa della città di Todi.

Amministrazione Comunale di Todi

Comunicato Stampa :”LA SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE È UNA PRIORITÀ”

Si terrà domani,venerdì 15 febbraio alle ore 10,00 la riunione tra il Comune di Todi e l’ARPA Umbria, proseguendo così gli accordi programmati da tempo tra i responsabili istituzionali preposti alla salvaguardia del territorio.”Nel dare la notizia l’Assessore Moreno Primieri, con delega all’Ambiente, evidenzia “come sia proficuo il dialogo intrapreso un anno fa con ARPA Umbria al fine di verificare lo stato di salute di tutto il territorio comunale”.

La salvaguardia dell’ambiente – prosegue l’Assessore Primieri – è una priorità dell’Amministrazione e deve avere come attori principali i vari livelli istituzionali della Pubblica Amministrazione, ognuno con i propri compiti e funzioni, di vigilanza, prevenzione e cura.”

Conclude la nota con impegni ben precisi: “Come già avvenuto in passato con la pubblicazione dei risultati delle analisi delle centraline dell’aria, è impegno dell’Assessorato dare notizia degli sviluppi avuti nell’incontro e delle iniziative che saranno intrapreseE’ intenzione dell’Assessorato all’Ambiente del comune di Todi convocare anche le associazioni ambientaliste presenti sul territorio per confrontarsi e approfondire con loro determinate problematiche, sentendo ovviamente anche il loro parere periodicamente”.

COMUNICATO STAMPA – Forza Italia Todi

 

Forza Italia esprime la più sincera soddisfazione per l’approvazione del bilancio preventivo del Comune di Todi. Un bilancio le cui proposte soddisfano in pieno le linee politiche care a Forza Italiacome la riduzione dell’imposizione fiscale e l’ottimizzazione della spesa pubblica.

In un momento in cui la nuova manovra finanziaria del governo nazionale consentirebbe ai Comuni di poter aumentare le aliquote relative ai tributi locali, la scelta di Todi va in netta controtendenza con una riduzione dell’addizionale Irpef dello 0,03% per tutti gli scaglioni di reddito e la confermadella soglia di esenzione totale dei redditi pari e inferiori agli 11.000,00 euro.

Con questa manovra di bilancio saranno completamente esonerati dal pagamento dell’imposta le fasce più deboli (oltre 4.600 cittadini), mentre tutti i lavoratori potranno godere della riduzione del 4% dell’imposta comunale.

Altro importante obiettivo raggiunto è l’introduzione del baratto amministrativo che consentirà a cittadini ed associazioni di poter contribuire alla manutenzione di spazi pubblici ricevendo in cambio una riduzione dei tributi.

Per ciò che riguarda l’imposta unica comunale è stata confermata la riduzione per le famiglie numerose con 3 o più bambini ed è stata inserita l’esenzione totale per le ONLUS che operano sul territorio comunale e che risultano iscritte all’anagrafe unica del Ministero delle Finanze.

Relativamente alle imposte IMU e TASI è stata confermata la riduzione per i negozi situati nel centro storico della città nei quali viene svolta una attività produttiva; una misura volta a calmierare il costo degli affitti dei locali del centro storico che, molto spesso, scoraggiano l’apertura di nuove attività commerciali.

Ma le misure del nuovo bilancio vanno ben oltre. Proprio per le attività commerciali e produttive l’Amministrazione Ruggiano, che già nell’anno 2018 aveva ridotto i canoni di affitto per tutti i locali commerciali di proprietà comunale, ha di recente deliberato la pubblicazione di un bando che esonera totalmente dal pagamento delle imposte comunali per 3 anni tutte le nuove attività che verranno aperte nel territorio di Todi nel corso del 2019.

A fronte di queste importanti agevolazioni e riduzioni di imposizione fiscale non sono state per nulla ridimensionate le altre voci di bilancio come quelle relative ai Servizi Sociali, le cui misure di azione sono comunque confermate in toto per tutto il 2019, e quella delle manutenzioni del patrimonio pubblico che, con un importo a bilancio di oltre 400 mila euro risultano di fatto quasi triplicate rispetto ai bilanci presentati in precedenza dalla passata amministrazione di sinistra.

Le azioni politiche di questo bilancio vanno quindi nella direzione dello sviluppo senza però dimenticare le necessità delle fasce più deboli.

E per tutto questo che Forza Italia intende esprimere un sentito ringraziamento al Sindaco Antonino Ruggiano e all’Assessore al Bilancio Elena Baglioni per l’enorme ed importante lavoro svolto nell’interesse della città e di tutti i tuderti.

Lega Todi incontra Arpa. “Sottoporremo all’amministrazione comunale un Protocollo di intesa”

 

Continua l’attenzione della Lega Todi alle tematiche dell’inquinamento ambientale. Dopo aver incontrato, nei giorni scorsi, la proprietà delle Fornaci Toppetti, il Vice sindaco Lega Adriano Ruspolini assieme ai consiglieri comunali Francesca Peppucci ed Antonella Marconi e al Sen. Luca Briziarelli in qualità di Capogruppo della Lega in commissione Ambiente e Vice Presidente della Commissione Ecoreati, hanno incontrato i rappresentati di Arpa. Sul tavolo approfondimenti sulle segnalazioni di alcuni cittadini in merito alle fornaci Toppetti e, più in generale, un confronto sulla situazione ambientale nel territorio tuderte. “Dall’incontro – si legge nella nota – non sono emerse situazioni allarmanti: i parametri sono tenuti sotto controllo attraverso specifiche tecnologie. Ciò nonostante, considerata la vicinanza al territorio e la sensibilità del gruppo Lega alle tematiche ambientali e vista anche la disponibilità manifestataci dalla proprietà nel corso del recente incontro, riteniamo utile sottoporre all’amministrazione comunale un protocollo di intesa che veda l’interazione di Arpa, Asl, Comune e proprietà prevedendo attività di ulteriori controlli costanti da svolgere sotto la supervisione di Arpa i cui costi saranno sostenuti dalla proprietà, ciò al fine di avere un quadro dettagliato della situazione a tutela dei cittadini stessi. Sarà nostra premura – concludono – convocare, nei prossimi giorni, un incontro operativo con le parti interessate ed avviare un iter procedurale che tuteli i cittadini e salvaguardi il lavoro di decine di operai”

Comunicato Stampa:Dopo il “Progetto decoro Centro Storico” arriva il “Progetto decoro Frazioni”.

 

Dopo il “Progetto decoro Centro Storico” arriva il “Progetto decoro Frazioni”. I cittadini che abitano al di fuori dalle mura nel vastissimo territorio tuderte, hanno gli stessi diritti di chi vive nel centro città.

Non ci saranno più frazioni di serie A e frazioni di serie B. Il progetto partirà a marzo e vedrà impegnati due dipendenti del Reparto Manutenzioni del Comune di Todi, che avranno il compito di stilare un programma calcolato su ogni singola frazione. Gli interventi riguarderanno lo sfalcio dell’erba, di aiuole, aree verdi, vicoli, ma anche la pulizia di griglie di scolo, staccionate, potature, manto stradale, e tutto ciò che verrà segnalato dai cittadini residenti in loco. A questo proposito ricordo che è attiva anche la pagina Facebook “Comune di Todi reparto manutenzioni” da me personalmente monitorata quotidianamente, per segnalazioni in tempo reale.

Gli operai del Comune addetti a questo programma visiteranno il territorio con un mezzo apposito con su scritto “Reparto Manutenzioni decoro Frazioni”
Questo progetto va a completare la riorganizzazione totale del rapporto tra l’amministrazione comunale e i cittadini tuderti seguendo gli altri programmi già avviati : il Decoro del centro storico, la futura Consulta delle Frazioni e il Baratto Amministrativo.
Attraverso questi strumenti, con i quali i cittadini potranno adoperarsi anche direttamente alla cura del proprio territorio partecipando attivamente , si creerà un circolo virtuoso che servirà a far uscire la nostra città e le nostre frazioni da situazioni di degrado causate nel tempo da politiche mirate solo a raccogliere consenso elettorale. Andrea Nulli – consigliere comunale CasaPound Italia con delega alle manutenzioni e alla Consulta delle Frazioni

Eurochocolate Japan: incontri a Tokyo per sviluppare il mercato del cioccolato made in Italy

 

Mentre sta volgendo al termine la fortunata avventura della prima edizione di Eurochocolate Osaka, che chiuderà i battenti al Doijma River Forum il prossimo 14 Febbraio, Eugenio Guarducci si è trasferito a Tokyo per esporre ai principali rappresentanti delle Istituzioni italiane il primo consuntivo di questa esperienza, ma soprattutto per mettere a fuoco quelli che possono essere gli importanti sviluppi di penetrazione del Cioccolato italiano nel Sol Levante.

Nella capitale nipponica  – dichiara Eugenio Guarducci, Presidente di Eurochocolate – ho avuto il piacere di accettare l’invito a incontrarmi rivolto dall’Ambasciatore Italiano, dr. Giorgio Starace, al quale ho esposto la nostra progettualità a breve e medio termine trovando un attento interlocutore alle nostre idee” (foto in allegato).

L’intensa giornata a Tokyo è stata anche arricchita da altri due importanti appuntamenti: il primo con il Direttore ICE, dr. Aristide Martellini e, il secondo, con il Direttore della Camera di Commercio italiana in Giappone, dr.Davide Fantoni.

Gli incontri di oggi – prosegue Guarducci – sono stati molto positivi poiché ho trovato piena condivisione all’idea di poter sfruttare meglio, con format innovativi creati ad hoc, un mercato fortemente in crescita quale è quello del Cioccolato che, nel periodo immediatamente precedente il San Valentino, vede una straordinaria impennata dei consumi, unica al mondo“.

Infatti, ben il 70% del Cioccolato acquistato in Giappone durante l’anno viene regalato dalle donne agli uomini proprio in occasione di San Valentino e tutte le principali catene di Grandi Magazzini dedicano degli spazi ad hoc affollati da migliaia di consumatrici. Un fenomeno molto particolare, legato a una tradizione che negli ultimi dieci anni si è ulteriormente rafforzata e che Eurochocolate si impegnerà a interpretare al meglio. Il goloso intento è quindi di favorire il posizionamento delle medie e piccole imprese dei distretti produttivi del Cibo degli Dèi made in Italy, a partire da quello di Perugia che per questa prima trasferta giapponese ha goduto anche del patrocinio dellaRegione Umbria – Assessorato al Turismo presente a Osaka con un affollatissimo spazio istituzionale.

Durante il soggiorno a Osaka – conclude Guarducci – ci sono stati proficui incontri con alcuni top manager dei più importanti Grandi Magazzini presenti in Città, favoriti dal prezioso lavoro di pubbliche relazioni svolto dal Console Italiano a Osaka, Dr. Luigi Diodati, al quale vanno i nostri più sinceri ringraziamenti“.

Comunicato stampa:”Blocco Studentesco,rispetto per i martiri delle Foibe”

“La tragedia delle foibe non si nega né si minimizza: rispetto per i martiri italiani”, questo il testo dello striscione affisso dal Blocco Studentesco in occasione del Giorno del Ricordo, dedicato alla commemorazione dei 10mila italiani trucidati dai partigiani titini.
“Sono in aumento – si legge in una nota del Blocco Studentesco – i tentativi di minimizzare o giustificare il massacro perpetrato ai danni di tantissimi nostri connazionali. Un caso è rappresentato dai comunisti della Media Valle del Tevere, che hanno tentato di liquidare la tragedia  come logica conseguenza della presenza fascista in terra istriana, giuliana e fiumana”.
“Al di là del consueto odio ideologico, vorremmo ricordare ai nostalgici locali – continua la nota – che l’unica ‘colpa’ degli infoibati fu agli occhi dei loro assassini solo quella di essere italiani, senza distinzione di carattere politico”.
“Oggi – conclude il Blocco – li invitiamo quindi a fare silenzio e a dimostrare, se ci riescono, almeno un po’ di rispetto per i martiri italiani”.

Todi Festival 2019:che fine farà? Forse Eugenio Guarducci ha già pronto il programma ?

 

Da tempo pensavamo di scrivere un intervento sul futuro del Todi Festival. Poi gli eventi quotidiani,più importanti e pressanti sinceramente del Todi Festival,ci hanno fatto dimenticare le riflessioni ipotizzate sulla più importante manifestazione tuderte.Questa mattina però ci è arrivata una richiesta sulla pagina facebook dagli USA in cui chiedevano informazioni sul festival e allora abbiamo pensato che fosse arrivata l’ora di porre in modo chiaro il quesito a chi poi effettuerà la scelta:gli amministratori tuderti ! Ad oggi tranne sporadiche e “soffuse” dichiarazioni nessuno sembra aver più affrontato l’argomento dal lontano 2018…Che succederà allora ? La maggioranza per nulla compatta in passato sul quesito “Todi Festival Sì,Todi Festival No” cosa deciderà questa volta ? La minoranza anch’essa divisa sull’argomento che cosa dirà? I tempi si accorciano e la programmazione di un grande evento non è come la “sagra della vitabbia” che si può organizzare in 72 ore o giù di lì !!

E allora, come finirà ?  Abbiamo un vago sospetto:i tentativi per sostituire Eugenio Guarducci, come qualcuno a destra  chiedeva, sono stati effettuati oppure se effettuati sono stati lasciati cadere nel vuoto ? Forse la seconda soluzione è quella giusta ? La sagra della furbizia ha vinto ancora una volta ? “Chi sa parli ora o taccia per sempre”, ci viene da dire… Pensiamo però che taluni sanno e il non parlare del Todi Festival di fatto ne agevola la prosecuzione. Anche questa è una scelta.  Ma il “popolo sovrano “ cosa dice ?