Papa Francesco a Santa Maria degli Angeli tra la folla

papa_assisi_2016_1_adn

Todi capitale della musica di qualità: al via l’International Music Masters. Concerti e lezioni con pianisti di fama internazionale Dal 10 al 24 agosto la seconda edizione del festival. A Todi 5 pianisti dall’Italia, Cina, Georgia, Argentina e Uzbekistan. Recital ed esibizioni di circa 50 giovani studenti provenienti da 9 Paesi

TIMM_2016_Orchestra_Napolinova

Todi: concerto finale degli allievi dei corsi di pianoforte, musica da camera e canto lirico Domenica 7 agosto alle 21 l’esibizione alla Sala delle Bandiere del Palazzo del Vignola

 

giardinoDomenica 7 agosto 2016, alle ore 21.00, nella Sala delle Bandiere del Palazzo del Vignola di Todi si terrà il concerto finale degli allievi del XII Corso di Pianoforte e Musica da Camera, docente il Maestro Stefano Giardino, e del III Corso di Canto lirico, docente il Maestro Laura Toppetti.

Il corso, nato nel 2005 grazie alla collaborazione del Comune e della Cooperativa Jacopone, è aperto a ragazzi diplomati come Corso di perfezionamento. Conserva a tutt’oggi la stessa struttura. Fin dalla prima edizione collabora al corso la professoressa Elisabetta Cannelli.

Le lezioni si svolgono dalla mattina alla sera, con una pausa pranzo “tutti insieme” che è anche un momento di riflessione, più libera, informale, sui temi affrontati durante le lezioni. Nelle prime edizioni vi erano anche le classi di flauto Giampio Mastrangelo, clarinetto Gianmarco Casani e Duo pianistico Daniele Adornetto.

Tra gli allievi che sino avvicendati fin dalla prima edizione, molti si sono diplomati ed oggi hanno intrapreso un’attività musicale sia didattica che concertistica, tra i quali Nicola Benigni, Thomas Corvaglia, Silvia De Santis, Andrea Di Monaco, Nilima Mittal e Vanessa Nasoni. Molti di loro si sono distinti in concorsi nazionali e internazionali quali “Rovere D’Oro” ad Imperia, “J. S. Bach” di Sestri Levante, Umbria Music Fest Competition a Todi, “C. Righetti” a Cortemilia, Frederic Chopin di Roma ed altri.

Dal 2008 il corso è aperto anche agli allievi della Scuola Comunale di Musica di Todi e molti di loro si sono particolarmente distinti vincendo delle borse di studio assegnate dal Comune di Todi e dal Centro Studi Carlo Della Giacoma; hanno inoltre suonato in molti concerti organizzati dalla Scuola Comunale a vari festival come varie edizioni della Festa Europea della Musica di Roma. Tra i vincitori si annoverano Milena Battistini, Elena Calistroni, Gabriele Carlini e Sofia Pierini. Anche gli allievi della Scuola Comunale di Musica che hanno seguito i corsi, dal 2015 hanno sostenuto gli esami della ABRSM del Royal College of Music di Londra a Roma riportando ottime votazioni: gli allievi sono Daniele Bosi, Elena Calistroni, Sofia Frati, Chiara Rossi e Federica Rossi.

 

Diretto da Cristiana Pegoraro, ha proposto musica, arte, cultura e promozione del territorio TUTTO ESAURITO E GRANDI NUMERI PER LA V EDIZIONE DEL NARNIA FESTIVAL

 

narniafestivalDopo aver lasciato la sua impronta, fatta di un ricercato intreccio tra musica, arte e territorio, si è chiuso con grande successo il Narnia festival, diretto dalla pianista Cristiana Pegoraro. Numeri importanti per la quinta edizione che ha proposto 28 eventi a ingresso gratuito in 13 giorni, ospitando 5 orchestre sinfoniche e circa trecento musicisti, tra allievi e professionisti, provenienti da tanti paesi. Sono, infatti, giunti a Narni, sede principale del festival, artisti da Stati Uniti, Canada, Sud America, Cina, Corea, Giappone, in Europa, oltre che dall’Italia, da Austria, Germania, Spagna, Inghilterra, Francia, Croazia, Ungheria, Romania, Norvegia e persino dall’Africa, in particolare dal Kenya. “Narni – ha dichiarato Pegoraro – è stata cosi luogo di incontro tra culture unite dal linguaggio universale della musica e dell’arte”.

Concerti e spettacoli hanno fatto registrare il tutto esaurito. Tra i più scenografici e suggestivi, sicuramente ‘Una musica per il Giubileo’ in piazza Duomo a Terni e il concerto sinfonico al Duomo di Orvieto.

Nella proposta del festival sono state tre le settimane di campus, con corsi di perfezionamento artistico, cinque le città, oltre a Narni, in cui il festival ha fatto tappa: Orvieto, Terni, Acquasparta, Perugia e, fuori regione, Roma. Di calibro internazionale gli ospiti del mondo della musica e dello spettacolo, come Danilo Rea che ha aperto l’edizione 2016 al pianoforte con Cristiana Pegoraro, Maria Rosaria Omaggio, Stefano Masciarelli ed Enrico Vanzina a cui si sono aggiunti personaggi sportivi, Agostino Abbagnale, Nicola Pietrangeli e Lorenzo Porzio, quest’ultimo anche in veste di direttore d’orchestra e direttore musicale del festival.

Un cartellone articolato con concerti e spettacoli di genere diverso che hanno permesso di andare dalla musica classica alla sinfonica a quella sacra passando per i concerti dedicati ai giovani, dall’opera al teatro fino a spettacoli multisensoriali, dal tango argentino al flamenco. Ad arricchire l’offerta culturale del Narnia festival, aprendo alle arti visive, novità di quest’anno, una collettiva d’arte e la mostra fotografica ‘World!’ curate da Artelive360. Inoltre, percorsi enogastronomici e una milonga di tango argentino.

La manifestazione ha portato sul territorio non solo artisti e un’offerta di qualità, ma pure un indotto economico. “Il Narnia festival – ha spiegato Cristiana Pegoraro – punta anche alla scoperta del territorio. Sono state, infatti, organizzate escursioni per poter apprezzare i luoghi coinvolti. Le visite hanno riguardato il sito archeologico di Carsulae, la cascata delle Marmore e il lago di Piediluco a Terni e le città di Perugia, Assisi, Deruta, Aquasparta, Orvieto e Roma. Insieme ai ragazzi allievi del campus sono arrivate le famiglie che hanno approfittato, come i tanti turisti attratti dagli spettacoli, per conoscere e vivere Narni e i suoi dintorni”. “Il nostro festival – ha concluso Pegoraro –, che per le sue eccellenze ha ricevuto anche la medaglia del presidente della Repubblica, è un’occasione per il nostro territorio e per dare a tutti la possibilità di accedere alla cultura, alla musica e all’arte”.

 

Il Sindaco di Todi Carlo Rossini ha firmato oggi un’ordinanza contro l’utilizzo improprio dell’acqua potabile. L’ordinanza n. 68 del 4/8/2016, con effetto immediato e valida fino al 18 settembre 2016, dispone il divieto dell’uso dell’acqua potabile per l’irrigazione degli orti, il lavaggio di automezzi, cortili e strade, e per tutti gli altri usi impropri, diverso da quello igienico-sanitario e di pubblica utilità. Il provvedimento si è reso necessario in seguito al perdurare dell’improvvisa ondata di calore, ancora in atto, durante la quale si è registrato un consumo eccessivo e presumibilmente improprio dell’acqua potabile erogata dal servizio idrico pubblico. Per evitare possibili situazioni di disagio, si ritiene utile limitare l’utilizzo dell’acqua potabile ai soli usi domestici. Per l’eventuale inosservanza di quanto disposto dall’ordinanza, qualora ne ricorrano i presupposti, sono previste le seguenti conseguenze: sanzione pecuniaria da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500 euro (fatte salve le ulteriori sanzioni amministrative applicabili ai sensi della normativa vigente); denuncia all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 650 del Codice penale; esecuzione in danno con sopportazione degli oneri e delle spese (lavori, smaltimento, amministrative e di ogni altra natura) a carico della proprietà, salvo comunque il risarcimento di ogni ulteriore danno sofferto dall’Amministrazione comunale, compreso anche l’eventuale danno ambientale.

 

rossiniIl Sindaco di Todi Carlo Rossini ha firmato oggi un’ordinanza contro l’utilizzo improprio dell’acqua potabile. L’ordinanza n. 68 del 4/8/2016, con effetto immediato e valida fino al 18 settembre 2016, dispone il divieto dell’uso dell’acqua potabile per l’irrigazione degli orti, il lavaggio di automezzi, cortili e strade, e per tutti gli altri usi impropri, diverso da quello igienico-sanitario e di pubblica utilità.

Il provvedimento si è reso necessario in seguito al perdurare dell’improvvisa ondata di calore, ancora in atto, durante la quale si è registrato un consumo eccessivo e presumibilmente improprio dell’acqua potabile erogata dal servizio idrico pubblico. Per evitare possibili situazioni di disagio, si ritiene utile limitare l’utilizzo dell’acqua potabile ai soli usi domestici.

Per l’eventuale inosservanza di quanto disposto dall’ordinanza, qualora ne ricorrano i presupposti, sono previste le seguenti conseguenze: sanzione pecuniaria da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500 euro (fatte salve le ulteriori sanzioni amministrative applicabili ai sensi della normativa vigente); denuncia all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 650 del Codice penale; esecuzione in danno con sopportazione degli oneri e delle spese (lavori, smaltimento, amministrative e di ogni altra natura) a carico della proprietà, salvo comunque il risarcimento di ogni ulteriore danno sofferto dall’Amministrazione comunale, compreso anche l’eventuale danno ambientale.

“Siamo strumento di misericordia”,afferma Papa francesco a santa Maria degli Angeli. E poi confessa i fedeli

 

DSCN1993 %28Copia%29” Siamo strumento di misericordia così come lo fu Francesco “, afferma il Papa nel concludere il suo intervento nella Basilica di Santa Maria degli Angeli. Il Papa arriva alle 15,45 di un caldo pomeriggio di agosto,accolto da una moltitudine di fedeli nonostante il sole picchi forte e sia opprimente.

Noi c’eravamo,ma più che la presenza fisica è stato l’essere spiritualmente partecipi ad un evento di preghiera e di raccoglimento dei presenti che colpisce anche il più scettico dei visitatori.

Papa Francesco è un Papa che sa farsi amare non solo per la semplicità delle parole e dei gesti, ma soprattutto per l’esempio che infonde ad una Chiesa spesso secolarizzata.

Ottocento anni dalla fondazione della Porziuncola servono a ricordare che il messaggio di San Francesco è quanto mai attuale. Il nome scelto dal Papa sta quindi ad indicare  la continuità e l’attualità nella vita quotidiana dell’uomo e dei principi incarnati dal Santo di Assisi.

Todi: lavori in corso al Palazzetto dello sport di Pontenaia Interventi di manutenzione su parquet e nuova tracciatura per i campi di basket, pallavolo e calcetto

 

Valentini_ManuelIn questi giorni si stanno eseguendo lavori di manutenzione straordinaria al Palazzetto dello Sport “Mario Angelo Coarelli“ di Pontenaia di Todi.

In particolare, gli interventi riguardano la pulitura e lucidatura del parquet e la nuova tracciatura dei campi da gioco di basket, pallavolo e calcetto, discipline sportive che coinvolgono tanti bambini e giovani di Todi.

I lavori, finanziati con risorse proprie del bilancio comunale, sono finalizzati al mantenimento e miglioramento del pavimento di gioco dell’impianto, una struttura importante per le numerose associazioni sportive presenti sul territorio impegnate in campionati di vario livello.

Gli interventi riguarderanno anche i cesti da basket, che saranno resi movibili per permettere di rispondere a tutte le esigenze delle squadre delle varie discipline che utilizzano il palasport.

“A nome dell’Ammnistrazione comunale – commenta l’Assessore all’impiantistica sportiva Manuel Valentini – ringrazio le associazioni sportive che da anni svolgono un ruolo fondamentale per la crescita sportiva e culturale dei ragazzi del nostro territorio e per la collaborazione che stanno dimostrando durante l’esecuzione dei lavori. Con questi interventi migliorativi e di adeguamento, il palasport sarà ancora più fruibile per le varie attività che si svolgono nella struttura durante tutto l’anno. Approfitto dell’occasione per rivolgere un grande in bocca al lupo a tutte le squadre in vista dell’avvio della nuova stagione sportiva, che quest’anno, dopo la meritata promozione, vedrà impegnati i ragazzi del Futsal Todi nel campionato nazionale di serie B di calcio a 5”.

 

L’humor nero di Calaveras Kabarett a Todi Festival I delitti surreali dello scrittore Max Aub secondo Danilo Nigrelli: “Voglio proprio vedere l’effetto che fa”

calaveras_cabarett_locandina

Si può ridere anche di un delitto, brutale e spietato. Risate amare, quasi esorcizzanti, per allontanare dalla mente perfino l’ipotesi che quello a cui si sta assistendo, o di cui si sta leggendo, possa veramente accadere. La lezione arriva da Max Aub, scrittore di origine francese, emigrato a 11 anni in Spagna – nel 1914 – prima della fuga in Messico con l’affermarsi del franchismo. Aub è, tra gli scrittori iberici, quello meno conosciuto in Italia, tradotto con il contagocce, ma autore dalla grande originalità, con una prosa che spinge il lettore, costantemente negli spazi del surreale. A partire dalle biografie di un pittore mai esistito, per arrivare a Crímenes ejemplares, i delitti esemplari che, a Todi Festival (dal 27 agosto al 4 settembre) prendono la forma di uno spettacolo teatrale grazie alla regia di Danilo Nigrelli, regista, sceneggiatore, attore di teatro, cinema e tv. Il debutto nazionale è in programma per lunedì 29 agosto al teatro del Nido dell’Aquila. Calaveras Kabarett è il titolo dell’adattamento del provocatorio libro di Aub, portato in scena dalla giovane compagnia umbra Malabranca con le musiche dei Decostruttori Postmodernisti. Una carrellata di omicidi assurdi, esagerati. in cui l’autore evita scrupolosamente di addentrarsi nel gusto perverso dei dettagli macabri e raccapriccianti, presentando, invece, con grande maestria, un campionario di omicidi dai tratti grotteschi e tragicomici. I delitti descritti da Aub suscitano il sorriso anziché provocare turbamento, poiché l’esercizio scanzonato della violenza permette all’autore e allo spettatore di abbandonarsi a un gioco liberatorio, contravvenendo così ad un codice morale stabilito. L’intento dell’autore viene rispettato da Nigrelli anche nella scelta del genere della rappresentazione, il cabaret, “una scelta che nasce dalla voglia di riscoprire una forma di spettacolo antica che combina teatro, canzone e commedia, ma con uno spirito del tutto contemporaneo”. “Max Aub è un gran burlone – commenta ancora il regista, noto al grande pubblico anche per aver vestito i panni del sostituto procuratore Borgia, nella versione tv di Romanzo Criminale – inventa un’antologia di autori spagnoli inesistenti e la biografia di un pittore che è frutto della sua fantasia, ma che per anni sono stati presi in esame dalla critica di settore. Scrive Crímenes ejemplares nel 1954, una carrellata di 82 delitti che, di fatto, illustrano come ognuno di noi possa perdere la testa. Si tratta di storie surreali, ma 60 anni fa. Oggi, purtroppo, non hanno più l’effetto di un tempo. Oggi perdiamo la testa per un nonnulla, per una parola succedono delle tragedie. Quel quadro surreale, dopo sessant’anni diventa realtà, sembra quasi che quel libro sia una premonizione. E allora, quando ti capita di leggere questo testo, come è successo a me qualche anno fa, un po’ ci ridi e un po’ ci rimani di sasso perché quella follia surreale, ti accorgi, che è venuta fuori”.

C’è un motivo perché Nigrelli ha scelto proprio questo testo: “Voglio proprio vedere di nascosto l’effetto che fa, è tutto molto sorridente, è tutto molto crudele”. “L’intento di questo spettacolo è che possa servire a esorcizzare la violenza e a farci rendere conto che è necessario darci una calmata, spero possa essere il modo per metterci di fronte a come siamo”. Humor nero, musica e riflessione. L’appuntamento è al Todi Festival per il 29 agosto, ore 19, al teatro del Nido dell’Aquila.

 

CITTÀ DELLA DOMENICA AUMENTA OFFERTA: APERTA TUTTO IL MESE DI AGOSTO Proseguono iniziative d’intrattenimento. Domenica 7 agosto schiuma party e cocomerata

 

ListenerIl parco Città della Domenica aumenta la sua offerta nel mese di agosto garantendo spettacoli e animazioni non solo nel fine settimana ma tutti i giorni. Oltre a trascorrere una giornata immersi nel verde dei boschi e a contatto con gli animali che popolano il parco naturalistico e divertimenti perugino, i visitatori possono assistere quotidianamente anche ai consueti spettacoli a tema medievale e western come ‘La disfida dei cavalieri’, ‘Lucky Luke Show’ e ‘Quel maledetto treno per Yuma’. Ad animare, poi, le giornate estive con le atmosfere country sarà la band ‘The Climbers’.

I bambini potranno esplorare, inoltre, il magico mondo delle fiabe e divertirsi correndo a bordo di mini-kart o navigando sui mini-gommoni acquatici. A disposizione dei visitatori ci sarà anche il trenino storico che ogni mezz’ora garantirà un tour all’interno del parco. E per fare una pausa saranno aperti anche i vari punti ristoro della struttura per tutto il mese. Oltre alle attività previste tutti i giorni, proseguono anche le iniziative d’intrattenimento speciali. Infatti,  dopo il successo, nello scorso weekend, ottenuto dal ‘Baby schiuma party’ e dalla ‘Maxi cocomerata’ il parco naturalistico è pronto a replicare, domenica 7 agosto, portando sulle pendici del Monte Pulito un’atmosfera da spiaggia. Ad animare la giornata ci penseranno dj Pablo, il vocal coach Simone ‘Mone’, in collaborazione con Max Radio, e l’azienda Eos ‘Energy of sound’, specializzata nel settore degli effetti speciali. Bambini e adulti potranno, così, ballare e cantare sotto una cascata di schiuma e rinfrescarsi gustando una fetta di cocomero.

Per informazioni www.cittadelladomenica.i

A Todi un’estate a suon di musica

 

Gli SbandatiDopo il successo del concerto del chitarrista jazz Franco Cerri del 28 luglio in Piazza del Popolo, continuano gli appuntamenti della rassegna “Aspettando il Festival. A Todi. Un’estate fuori dal Comune 2016”, organizzata dal Comune di Todi in collaborazione con l’Associazione Culturale “Suoni dal Legno” e l’Associazione Cosmopoli. Nel mese di agosto si conclude anche la rassegna “Concerti d’estate 2016” organizzata dalla Scuola Comunale di Musica e della Marte Associazione onlus.

Il programma dei concerti, tutti ad ingresso libero, di “Aspettando il Festival. A Todi. Un’estate fuori dal Comune 2016” prevede per giovedì 4 agosto, alle 21.30 in Piazza del Popolo, l’esibizione del quartetto Changes con un repertorio di musica jazz e standard jazz.

Nell’ambito della rassegna “Concerti d’estate 2016”, domenica 7 agosto alle ore 21 nella Sala delle bandiere di Palazzo Landi-Corradi (o del Vignola), si terrà il concerto finale degli allievi del XII Corso di pianoforte e musica da camera tenuto dal Maestro Stefano Giardino e del III Corso di canto tenuto dal Maestro Laura Toppetti.

Gli appuntamenti di “Aspettando il Festival” riprendono giovedì 11 agosto, alle ore 21 all’Aula Magna del Liceo “Jacopone da Todi”, con le note evocative e magiche della chitarra classica di Agatino Scuderi, che con la sua Giussani proporrà un recital con musiche di Agustín Barrios e Alberto Ginastera. Allievo di Alirio Diaz, quest’ultimo allievo, a sua volta, di Andrés Segovia, Agatino Scuderi è professore titolare della cattedra di chitarra classica all’Istituto Superiore di Studi musicali per l’alta formazione artistico musicale (A.F.A.M.) Vincenzo Bellini di Catania. La sua intensa carriera concertistica lo ha portato ad esibirsi da solista, e con  orchestra, nelle capitali e città più importanti del mondo in sale e teatri famosi quali il Carnegie Hall di New York ed il palazzo della chitarra di Tokyo.

Ultimo appuntamento della rassegna è per domenica 14 agosto, dalle ore 21, tra le vie e le piazze del centro storico (Piazza del Popolo, Via Mazzini, Piazza Garibaldi e Corso Cavour) con una serata all’insegna del jazz, funk e latin con “Gli Sbandati” Marching Band.