«

»

Mag 08

Comitato “Per il ponte di Montemolino” – Assemblea dei soci del 27 aprile 2018

 

L’assemblea dei soci del Comitato “Per il ponte di Montemolino” si è nuovamente riunita  presso la frazione Madonna del Piano di Monte Castello di Vibio in data 27 aprile scorso ed ha provveduto, come da statuto, all’approvazione del rendiconto semestrale delle entrate e delle uscite (25 settembre 2017– 24 aprile 2018).

All’incontro pubblico hanno preso parte anche il Sindaco di Monte Castello di Vibio, Daniela Brugnossi, ed alcuni consiglieri comunali del comune montecastellese e di Fratta Todina.

Essendo trascorso un anno dalla nascita del Comitato, il suo Presidente Roberto Cerquaglia, ha ricordato, brevemente, le iniziative intraprese in questo lasso di tempo, fra cui, la campagna di sensibilizzazione nei confronti delle Istituzioni e la raccolta di firme promossa fra i cittadini della Media Valle del Tevere che ha toccato quota 2.462.

Nel corso della riunione, l’Assemblea stessa, sulla base delle informazioni ricevute, ha preso atto dello stanziamento da parte della Regione dell’Umbria delle somme necessarie per la redazione dello studio di fattibilità riguardo agli interventi da porre in essere per la messa in sicurezza del ponte di Montemolino.

A tal proposito si è, però, rilevato che le somme, sia pur stanziate, non sono ancora state rese disponibili e pertanto, l’Assemblea, ha stabilito di sollecitare nuovamente, attraverso una lettera, la Regione dell’Umbria circa la necessità di avviare concretamente lo studio stesso mettendo in essere gli atti necessari per consentire alla Provincia di Perugia di avviare la progettazione stessa. La lettera, indirizzata alla Regione e, per conoscenza, alla Provincia di Perugia ed ai comuni del territorio, è stata quindi inviata  il successivo 4 maggio ed è stato richiesto anche un incontro ufficiale presso gli uffici regionali.

Il Comitato per il ponte di Montemolino intende infatti ribadire che lo studio di fattibilità si rende  necessario al fine di individuare al più presto le soluzioni tecniche più opportune nonchè i relativi finanziamenti  per restituire al ponte la piena funzionalità della struttura che, attualmente, è percorribile solo a senso unico di marcia regolato da semaforo, con limite di portata a 200 quintali e di larghezza a 3,95 metri.

Si ricorda che il ponte, oltre a servire gli utenti verso l’ospedale di Pantalla, sulla base del monitoraggio del traffico effettuato nel periodo dal 5 al 10 settembre 2017 dal servizio Progettazione Viaria, Espropri e S.I.S. della Provincia di Perugia è  attraversato, ogni giorno, in media, da 2.952 veicoli.

Visto il notevole volume di traffico medio giornaliero lungo il tratto di strada, risulta pertanto utile e necessario ripristinare nel prossimo futuro la piena funzionalità dell’infrastruttura senza limitazioni di portata o di carreggiata.

 

Comitato “Per il ponte di Montemolino”