«

»

Mag 07

NORCIA, IL COMMISSARIO EUROPEO HOGAN AL CASEIFICIO DEL GRUPPO GRIFO

Il presidente Catanossi: importante riconoscimento. Anche noi grati all’Ue per gli investimenti

 

Nel corso della sua visita a Norcia e alla Valnerina, lunedì 7 maggio, il commissario europeo per l’agricoltura e lo sviluppo rurale Phil Hogan ha fatto tappa anche al caseificio nursino del Gruppo Grifo Agroalimentare, stabilimento che nonostante il terremoto non ha mai interrotto la sua attività e dove la cooperativa umbra produce tutt’oggi la sua intera linea di formaggi. “È una giornata molto importante per noi – ha commentato il presidente del Gruppo Grifo Carlo Catanossi –. Oggi abbiamo avuto un riconoscimento da parte dell’Unione europea della nostra importanza morale, oltre che economica. Anche noi siamo grati all’Unione europea perché alcuni dei nostri investimenti sono stati fatti grazie agli interventi dell’Ue attraverso i Programmi di sviluppo rurale dell’Umbria”.

“Hogan – ha affermato la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, in visita anch’egli a fianco del commissario europeo – ha voluto verificare di persona alcune aziende agricole che sono state interessate dalla fase emergenziale del terremoto, allevamenti che hanno avuto interventi provvisori alle stalle e alcune strutture della trasformazione alimentare, sia di prosciutti che di formaggi. Questa è stata, però, anche l’occasione per ragionare insieme delle misure necessarie al post terremoto e, dopo la presentazione da parte della Commissione europea del nuovo bilancio 2021-2027, per una riflessione sui fondi e sul budget per l’agricoltura per il prossimo settennato. L’agricoltura e gli allevamenti sono un pilastro dell’economia di Norcia e della Valnerina, ma lo sono dell’Umbria tutta. Questa due giorni è stata quindi importante anche per lo scambio di opinioni e per le proposte che abbiamo fatto come Regione”.

Al termine della visita, al commissario europeo Hogan sono stati presentati in degustazione alcuni dei prodotti realizzati dal Gruppo Grifo Agroalimentare nel caseificio di Norcia.