«

»

Apr 16

47ª Assemblea AVIS Regionale Umbria: “il Volontario per un servizio credibile ed affidabile”

 

sdr

Domenica 15 Aprile alle ore 9:00 è stata convocata la 47ª Assemblea Ordinaria Annuale degli Associati dell’AVIS Regionale dell’Umbria.

L’Assemblea alla presenza del Consiglio Direttivo, dei delegati nazionali, dei presidenti delle Avis Comunali e Provinciali, dei soci e simpatizzanti ha visto inoltre la partecipazione dell’ Assessore Regionale alla Salute, Coesione sociale e Welfare, Luca Barberini.

L’evento annuale, ha aperto i lavori dopo la registrazione dei presenti prevedendo inoltre un minuto di silenzio a testimonianza  della vicinanza ed il solidale conforto ai parenti dei donatori e dirigenti dell’Associazione umbra.

Il tema centrale dell’Assemblea è stato Avis: il Volontario per un servizio credibile ed affidabile” in continuità al precedente dello scorso anno “Avis: Volontari per rendere un servizio”, in funzione della motivazione e della gratificazione del singolo affinché il suo impegno sia sempre più “credibile e affidabile”

Il Presidente Marchini, ha avviato i lavori coadiuvato dal Segretario Regionale Andrea Casale, dal Vicepresidente Francesco Petrelli e dai consiglieri nazionali Giovanni Magara e Antonio Fofano.

Nella relazione del Consiglio per l’anno 2017 il Presidente Marchini ha evidenziato una vera e propria “emorragia” delle donazioni registrando, nel biennio 2016 – 2017, circa 3.700 donazioni in meno con un’esigenza dei servizi che prevedevano una raccolta di almeno 45.000 unità.

Durante l’Assemblea è stato ribadito il concetto di unità attraverso lo storico slogan “per noi, donare sangue, è un grande gioco di squadra” e il rispetto dello statuto, del codice etico, dei sani e sinceri rapporti interpersonali, del rispetto reciproco delle idee, e quindi di tutto ciò che garantisce una vita democratica dell’associazione: prima un dibattito sereno, poi il rispetto delle decisioni assunte e la pratica di una condivisione operativa.

La scelta del Consiglio, è stata quella di un duraturo orientamento centrato sugli utenti che tenga conto delle esigenze di quantità, qualità, specificità ed efficienza (contenimento dei costi) della stessa pratica volontaria; per far ciò occorre rigore, informazione, programmazione e organizzazione. Dalla quantità alla qualità, dalla donazione al donatore consapevole, dalla promozione della donazione alla promozione della cultura solidale, della salute, di stili di vita sani e positivi.

Il Presidente Marchini nel suo intervento, ha ribadito la Mission e la Vision dell’Associazione nei confronti del donatore quale promotore di un primario servizio socio-sanitario ed operatore della salute, anche al fine di diffondere nella comunità locale d’appartenenza i valori della solidarietà, della gratuità, della partecipazione sociale e civile e della tutela del diritto alla salute fissando attraverso l’attività dell’associazionismo gli obiettivi per il raggiungimento dell’autosufficienza, e gli obiettivi a lungo, medio e breve termine delle diverse sedi Avis.

L’Assessore Regionale alla Salute, Luca Barberini, ha preso la parola durante l’Assemblea e ha ribadito l’importanza che svolge AVIS nel territorio umbro e il rapporto con la Pubblica Amministrazione.

Barberini, nel suo intervento ha confermato le difficoltà nel raggiungimento dei numeri e l’evidente calo delle donazioni su cui evidenzia alcune responsabilità anche nella PA sottolineando al tempo stesso anche dei passi in avanti a cominciare dal 2014 dove sono stati completati tutti i criteri dei centri trasfusionali su cui la regione ha ottenuto il GMP (Good Manufacturing Practice).

L’Assessore ha ribadito la difficoltà di alcuni territori rispetto ad altri ma l’obiettivo nazionale resta  l’autosuficienza e la regione si impegnerà affinché venga raggiunto.

Nell’ultimo punto l’Assessore Barberini, ha toccato anche il tema legato alla comunicazione, soprattutto la comunicazione rivolta ai giovani, protagonisti della società dell’oggi. Con il coinvolgimento dei giovani in AVIS sarà più facile conseguire i risultati attesi.

Durante l’Assemblea ha preso la parola anche il Consigliere nazionale Antonio Fofano ospite dell’Avis Regionale Umbria.

Il Consigliere Fofano, ha sottolineato la forza di questa Avis attraverso la misurazione del rapporto con le istituzioni. Nel suo intervento ha ribadito l’importanza di questo aspetto su cui non c’è una strada alternativa. Nel suo intervento ha ribadito anche la grandezza che riveste il dono nel nostro Paese, il dono gratuito in Italia é unico e non c’è cosa più bella della gratuità del dono.

“Dobbiamo avere il coraggio di progettare il futuro è non subirono La trasparenza e la rendicontazione deve essere la nostra sfida, anche attraverso una proposta di investimento in formazione per ampliare la cultura del dono”.

All’evento hanno partecipato anche i ragazzi dell Istituto Professionale Orfini di Foligno che insieme all’Avis Comunale di Foligno e al Presidente Emanuele Frasconi hanno realizzato una nuova campagna promozionale per la cultura del dono di sangue attraverso l’utilizzo del “mobile”.

La giornata si è conclusa con l’approvazione del Bilancio, l’intervento del Tesoriere Leonardo Coricelli, del Collegio dei revisori dei conti e con gli interventi dei Presidenti e degli iscritti alle Avis Comunali e Provinciali. Infine si comunicano i nomi dei delegati all’Assemblea Nazionale convocata il 18-20 maggio a Lecce: Lombardo Francesco, Fioriti Carlo, Lanterna Simone, Settimi Patrizia, Tacconi Patrizia, Proietti Giulio, Baldini Ilenia.