Lug 18

Giovedì 19 luglio 2018 alle 21,00 al Circolo Ricreativo presentazione progetto per Cecanibbi

 

Giovedì 19 luglio 2018 alle ore 21,00 presso il Circolo della frazione di Ripaioli l’Amministrazione Comunale incontra i cittadini per illustrare il progetto di riqualificazione del borgo.

L’attuale stato del borgo di Cecanibbi pur non presentando una situazione critica manifesta pur sempre la necessità di un intervento di riqualificazione complessiva.

Il progetto esecutivo redatto dell’Ufficio Urbanistica e Gestione del Territorio fa parte del programma di riqualificazione denominato “Tre borghi sul Tevere – riqualificazione dei borghi antichi di Cecanibbi, Montemolino e Ripaioli”. Gli interventi di importo complessivo pari a € 500.000 di cui € 327.414,17 per lavori, in gran parte finanziati dal GAL della Media Valle del Tevere con la compartecipazione del Comune, comportano il sostanziale rifacimento delle opere di urbanizzazione e la soprastante pavimentazione nei nuclei storici delle tre frazioni.

Lo scopo principale è quello di ristrutturare e valorizzazione il patrimonio architettonico, storico e culturale delle aree rurali con l’intento di contrastare il declino socio-economico e di abbandono dei borghi.

Lo stralcio funzionale di Cecanibbi prevede un costo di € 171.650,00 per il rifacimento delle opere di urbanizzazione e la pavimentazione che sarà realizzata in pietra, laterizio e masselli di calcestruzzo.

Inoltre, è prevista l’installazione di una nuova rete di pubblica illuminazione con lampioni a mensola e lanterna con lampade a led, l’installazione di arredi e di segnaletica turistica informativa.

Todi lì 18 luglio 2018

 

l’Assessore

Moreno Primieri

Lug 18

DEFINITE LE TAPPE ESTIVE DEL CANTAGIRO 2018 IN UMBRIA. SI PARTE IL 1 AGOSTO

Definite le tappe umbre del Cantagiro 2018 in Umbria

La mission  di “Una voce per il Cantagiro”, è stata quella  di creare una palestra artistica, in cui gli aspiranti cantanti si sono potuti confrontare con esperti, per acquisire la giusta consapevolezza e padronanza, in vista delle tappe estive del Cantagiro.

L’Umbria ha fame di musica e di palco, ci sono tantissimi ragazzi che fanno musica e la fanno bene, sottolineano gli organizzatori. Il Cantagiro  deve  essere una vetrina per aprirsi una finestra sul mondo della musica, non possiamo e non vogliamo promettere nulla, chi si iscrive pensando di fare successo -prosegue lo staff umbro della kermesse – ha già sbagliato in partenza. Larte è un percorso e non va perseguito  il successo, ma  va perseguita la crescita personale.

Per stanare i nuovi Celentano, Morandi, Ranieri, Modugno, Caterina Caselli, tutti già partecipanti al Cantagiro, sono state fissate  selezioni, in tante località del nostro territorio.

-Il 1 Agosto il Cantagiro  sarà a Rigali di Gualdo Tadino (Pg), in occasione della Sagra della Caramella Tartufata, il 4 Agostotornerà, per il quarto anno consecutivo,  a Spina di Campello (Pg)  per la Sagra del Tartufo,  l11 Agosto sarà la volta di Ospedaletto di San Venanzo (Tr), il 25 Agosto  per il terzo anno di fila sarà ospitato da Piazza Comencini a  Narni Scalo (Tr). La finale regionale, che decreterà laccesso alla fase nazionale di Fiuggi, è in programma il 9 Settembre a Santa Maria degli Angeli (Pg), in Piazza Garibaldi.

Come da tradizione, tutte le tappe saranno accompagnate dalla carovana di Auto depoca  dellAssociazione Scamea di Spoleto e dalle Cantagirine, che riporteranno latmosfera vintage nei luoghi che ospiteranno la manifestazione.

Sul palco, oltre ai concorrenti, saranno presenti ospiti  musicali, e non solo, con  la Tribute Band Ufficiale dei Nomadi, Opera Nomade, che  accompagnerà le serate con alcuni successi intramontabili della musica italiana.

Nel corso delle tappe  umbre, ci sarà spazio anche per la solidarietà,  sarà presente infatti anche uno stand dallAssociazione Onlus  Io Posso Oltre Sla, che si propone di migliorare la qualità delle giornate delle persone affette da Sla o altre malattie invalidanti

 

Lug 17

COMUNICATO STAMPA: “Fratelli d’Italia Todi elogia il grande lavoro della Giunta Comunale”

Dopo circa un anno di amministrazione è già tempo di primi bilanci: e siamo felici di constatare che Todi è amministrata con serietà e rigore dal Sindaco Ruggiano e da tutta la Giunta, La città aveva bisogno di un cambio di passo, che questa Amministrazione sta cercando di imprimere attuando politiche di sviluppo e di crescita, soprattutto investendo in due settori nevralgici per Todi, come il turismo e l’enogastronomia, da sempre sbandierati come possibili fonti di reddito, ma mai trasformati in cavalli vincenti, capaci di trascinare l’economia tuderte.
In questo primo anno, tanto è stato fatto anche per far balzare di nuovo il nome di Todi all’attenzione di turisti italiani e soprattutto stranieri, dando quel respiro internazionale attraverso scelte mirate ed ottimi rapporti con le istituzioni nazionali a vari livelli.
Desideriamo anche sottolineare il grande lavoro dell’Assessore Ranchicchio, che ci rappresenta in Giunta, il quale ha saputo dare un impulso diverso rispetto al passato alla vita culturale di Todi. La programmazione anticipata degli eventi comincia a dare i suoi frutti sotto l’aspetto dei numeri del Turismo e della capacità di tornare ad attrarre anche molti cittadini della nostra Regione che trascorrono volentieri le loro serate a Todi. Ed anche la costruzione di partnership pubblico-privato, nell’organizzazione di eventi e ideazione di progetti, in questo momento economico difficile del nostro paese, si sta rivelando un’arma assolutamente vincente.
Ma questa amministrazione ha avuto anche il merito, in questo primo anno di mandato, di portare avanti con serietà le opere pubbliche iniziate dalla precedente Amministrazione, riuscendo ad attrarre ulteriori finanziamenti per nuovi interventi volti al consolidamento del patrimonio artistico-monumentale ed all’ammodernamento delle infrastrutture già presenti. Come poi non sottolineare l’attenzione ai conti e la valorizzazione del patrimonio pubblico, con operazioni lungimiranti, tra le quali spicca l’affidamento in gestione della Farmacia Comunale ad Afas, che ha generato risparmiò ed efficienza.
Siamo convinti che continuando su questa strada la fiducia e l’apprezzamento dei cittadini per il lavoro svolto, saranno destinati ad aumentare garantendo stabilità al futuro di Todi.
COORDINAMENTO FRATELLI D’ITALIA TODI

Lug 17

“Etab– La Consolazione,un ruolo sociale al servizio della comunità ed al servizio di chi più ne ha bisogno”,intervento di Claudia Orsini-Presidente Etab

 

Etab– La Consolazione tra i suoi fini statutari ha quello di gestire, utilizzandolo per fini di assistenza e beneficienza, un patrimonio importante e, se vogliamo pensare alla sola Chiesa della Consolazione, un patrimonio di valore inestimabile.

Senza dubbio, però, il vero valore inestimabile è il ruolo che l’Ente è chiamato a svolgere, un ruolo sociale al servizio della comunità ed al servizio di chi più ne ha bisogno.

Questo importante ruolo, nel pomeriggio dello scorso 14 luglio, era tangibile per i tanti che hanno avuto il piacere e, per quanto mi riguarda, l’onore di partecipare al compleanno del Centro Disturbi Alimentari di Palazzo Francisci.

Una realtà resa possibile per il contributo che nei 15 anni di attività del centro, Etab non ha fatto mai mancare e che, di certo, non verrà meno anche con l’attuale Consiglio di Amministrazione, ma soprattutto una realtà resa possibile e sviluppatasi grazie agli operatori, al personale medico, ai volontari che quotidianamente se ne occupano .

Nel giardino di Palazzo Francisci, animato dalle ragazze che ne sono ospiti e da un Silvio Muccino che le ha accompagnate con  sincero trasporto, un momento di serenità che ha fatto sembrare, almeno per una sera, facile ciò che facile non è, e che ha reso percepibile  che è possibile superare  difficoltà e problemi all’apparenza insormontabili.

Il ruolo sociale di Etab è, dunque, l’eredità più grande lasciata da chi ci ha preceduto e da chi, con  sensibilità e lungimiranza, ha contribuito alla creazione e al mantenimento nel tempo dell’Ente; eredità che, come da Statuto, spetta all’attuale gestione mantenere e valorizzare.

Il Presidente di Etab

Avv. Claudia Orsini

Lug 17

Musica all’ex Granaio con la Soñada, fra storia e sperimentazione

 

L’ ex Granaio di Montenero, magazzino agricolo di fine ‘800, ospiterà il prossimo 29 agosto lo spettacolo‘Contemporary future’: in concerto la Soñada di Christian Lavernier

 

Nasce dall’originale programmazione di Around Todi, cartellone di appuntamenti del Todi Festival che porterà il pubblico a conoscere luoghi alternativi e insoliti della città, la data del prossimo Mercoledì 29 Agosto alle 21 quando nell’ex granaio di Montenero debutterà in prima nazionale ‘Contemporary Future’.

Sarà presente il compositore Andrea Talmelli che presenterà in prima nazionale il pezzo Dreams.

La musica innovativa di Christian Lavernier prenderà forza attraverso la Soñada: uno strumento unico al mondo, dalle caratteristiche tecniche ed espressive inedite, nato dalla collaborazione dell’artista con un liutaio spagnolo.

“La Soñada – ha spiegato Lavernier parlando del progetto – è nata dal sogno di un suono che viene dal passato… Ci sono voluti alcuni anni di lavoro perché il liutaio Carlos Gonzales la costruisse, dandole vita, mettendoci tutta la sua esperienza e conoscenza… Quando La Soñada vide la luce, si presentò il problema delle corde. Come diceva Werner Heisenberg “il caso è deterministico”. Fu così che a questo viaggio si unì Mimmo Peruffo, (Aquila Corde) grande conoscitore dei segreti che si celano dietro una corda armonica… A loro, straordinari compagni in questa avventura, va il mio grazie per aver avuto la capacità di emozionarsi e di Sognare. La Soñada comincia il suo viaggio”.

Lo spettacolo porterà in scena l’avanguardia della ricerca musicale europea unita all’impatto visivo che abbinerà grandi compositori a maestri italiani dell’arte contemporanea. L’ex Granaio, ormai in disuso, era stato costruito alla fine del 1800 dalla famiglia Cortesi come edificio annesso all’attiguo Castello di Montenero, risalente al XV secolo e l’ente proprietario ‘Veralli-Cortesi’ ha scelto per il terzo anno consecutivo di metterlo a disposizione di Todi Festival per la rassegna Around Todi grazie alla quale viene confermata la vocazione di Todi Festival nel proporre un evento diffuso in grado di uscire dal centro storico fino a coinvolgerne alcune frazioni.

In qualità di Presidente dell’ente “Veralli Cortesi” – spiega Bruno Severi –  voglio manifestare tutto il mio apprezzamento per la scelta da parte del Todi Festival di ambientare una delle prime nazionali nell’ ex Granaio di Montenero: luogo di nostra proprietà e patrimonio storico architettonico di grande valore per la comunità tuderte. Il Castello di Montenero, meno conosciuto rispetto ai luoghi battuti dal turismo internazionale, trova così una bella opportunità di rilancio e valorizzazione, già avviata nel 2016  grazie alla collaborazione ormai triennale con il Todi Festival. Ci auguriamo che iniziative come questa, alla scoperta di una Todi meno nota eppure tanto preziosa, possano continuare nell’interesse della città.

La XXXII edizione di Todi Festival vi aspetta dal 25 Agosto al 2 Settembre 2018!

Lug 17

Comunicato stampa :“Puntualizzazioni sulla situazione del cinema a Todi “

 

Siamo, ovviamente, lieti che si parli di riapertura del cinema,  a un anno dalla sua scomparsa.  Ma dopo aver letto alcuni commenti lo siamo un po’ meno: sia come cittadini che come ex gestori.  Come cittadini ci fa senso l’ipotesi, anche solo adombrata,  di diventare una succursale ( di Marsciano o altra città fa lo stesso),  quando non è mai accaduto  e non si capisce perché dovrebbe accadere oggi.  Non si capisce, perché ricordiamo ( e qui diventiamo gli ex gestori)  che, oltre all’altra ipotesi di Todi Arte, esisteva anche l’offerta fatta da noi a suo tempo. L’abbiamo presentata,   all’indomani della chiusura, all’amministrazione  comunale  appena insediata, ne  abbiamo anche data pubblica notizia e qualcuno forse ricorderà.

Era in sostanza un’offerta che prevedeva la piena utilizzazione del Nido dell’Aquila, ora  aperto solo pochi giorni all’anno: un’apertura continuativa, sia  come cinema  ( lo era già stato  in passato), sia come sala da concerti.  A tale scopo l’Associazione si impegnava a dotare il locale di un pianoforte a coda Kawai da concerto.  Se la proposta fosse stata giudicata realizzabile e varata nei tempi giusti  (ripetiamo:  fu fatta alla fine di giugno) il cinema sarebbe potuto già ripartire da ottobre-novembre 2017. Per chiarezza precisiamo che si chiedeva la gestione ancora per tre anni.

E’ bene  dire, chiaro e netto, che non abbiamo avuto né riscontro né risposta e ci troviamo a dover sottolineare  non solo un’infrazione al dialogo, ma anche ( e ciò dispiace) una mancanza di riconoscimento (stavamo per dire “ di rispetto”) a chi per trentacinque anni ha assicurato il cinema a questa città, senza usufruire di alcun sostegno economico  che non sia stato quello della Curia, quando, per volontà  del vescovo Grandoni, confermata da Scanavino, decise di rinunciare alla cifra di affitto.   Decisione, come si sa, annullata dal vescovo oggi in carica.  Dalle amministrazioni comunali mai nulla.   A noi sembra, dunque, che  quella attuale,  trovatasi oggi a rappresentare quante altre  hanno  beneficiato per così lungo tempo di un  cinema per delega,  avrebbe dovuto riconoscere a chi glielo  ha assicurato, almeno  il diritto alla citazione  e degnarlo di una risposta, quale che fosse:  ovviamente una risposta motivata e articolata,  esattamente come era  articolato il progetto.  Una risposta e un successivo confronto, da cui sarebbe potuta uscire anche quella  risoluzione  che ancora non si è trovata.  E un’ulteriore domanda:  a fronte di una proposta concreta ed articolata, presentata secondo tutti i crismi della legge, non avrebbe dovuto il Comune confrontare progetti e decidere quello più utile ed economico per la  comunità?

Associazione Culturale Jacopone

 

Lug 16

DE PROSPECTIVA PINGENDI. Nuovi scenari della pittura italiana

 

Grande attenzione dei media con presenze su RaiUno e RadioTreRai

                                                 3700 VISITATORI IN TOTALE

 

Si è conclusa il 1° luglio 2018 con grande successo di visitatori ed una notevole attenzione da parte dei media la mostra DE PROSPECTIVA PINGENDI. Nuovi scenari della pittura italiana, ospitata in due dei luoghi più prestigiosi del Comune, la Sala delle Pietre di Palazzo del Popolo e il Palazzo del Vignola.

L’esposizione, patrocinata e prodotta dal Comune di Todi e curata da Massimo Mattioli, si proponeva di offrire un’ampia panoramica delle modalità nuove, o in via di sviluppo, della pittura italiana, attraverso una cinquantina di opere di quindici artisti italiani giovani o mid-career: Giuseppe Adamo, Antonio Bardino, Angelo Bellobono, Simone Berti, Thomas Braida, Danilo Buccella, Alessandro Cannistrà, Andrea Chiesi, Mario Consiglio, Laura Lambroni, Silvia Mei, Marco Neri, Gioacchino Pontrelli, Nicola Samorí, Nicola Verlato.

Nei 70 giorni di apertura, l’esposizione nelle due sedi ha fatto registrare la considerevole cifra di oltre 3700 visitatori, per la maggior parte stranieri in visita alla città, con presenze dall’Australia, dal Canada, dalla Russia, dagli Stati Uniti, dal Sudafrica, dall’India, dalla Turchia, dalla Lituania, dal Marocco. Molti i personaggi illustri registrati fra i visitatori, come il direttore di Villa Adriana e Villa d’Este di Tivoli Andrea Bruciati, il grande ex gallerista statunitense Joe Helman, l’importante collezionista d’arte romano Antonio Martino, critici d’arte di livello internazionale come Antonio Arevalo Sagredo, Marcello Carriero, Barbara Martusciello.

Notevolissima l’attenzione della stampa e di tutti i mass media, che nel commentare la mostra hanno esteso la propria attenzione nel complesso alla città di Todi ed al suo impegno nella promozione culturale. Sono state pubblicate recensioni con ampio spazio su tutte le più importanti riviste d’arte nazionali, da “Il Giornale dell’Arte” ad “Arte Mondadori”, a “Segno”, e su una cinquantina di siti e testate web di settore o generaliste, fra cui il sito del Ministero dei Beni Culturali. Il curatore Massimo Mattioli è stato poi invitato a parlare della mostra nella trasmissione “Applausi”, condotta su Rai Uno da Gigi Marzullo, e per una lunga intervista – nella quale si è parlato ampiamente della città e del suo contesto socio-culturale – nella trasmissione RadioTre Suite, andata in onda sul terzo canale radiofonico pubblico. Anche Radio Montecarlo ha dedicato attenzione all’esposizione, segnalando per molto tempo DE PROSPECTIVA PINGENDI fra le 4 mostre consigliate per una visita in tutta Italia.

Lug 16

MARSCIANO, IL PD INCONTRA I CITTADINI PER DEFINIRE POLITICHE DI SVILUPPO LOCALI

 

Sarà a Marsciano la nuova tappa del ciclo di incontri promosso sul territorio dal Partito democratico per riflettere sulle politiche da adottare per lo sviluppo della Media Valle del Tevere e per individuare gli strumenti comunitari necessari ad attivare e sostenere un programma integrato dell’area.

All’iniziativa, che si terrà mercoledì 18 luglio alle 18, al parco Verde di Ammeto in via Francesco Maria Ferri, interverrà anche la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini.

“Quello che stiamo portando avanti – commentano dal Pd dei territori della Media Valle del Tevere e della Valle del Puglia – è un percorso dal basso per arrivare alla definizione di un accordo di programma tra istituzioni regionali, enti locali, forze economiche e sociali a sostegno del sistema economico, sociale e produttivo del territorio. Invitiamo, perciò, a partecipare gli amministratori, le forze sociali, le associazioni, le imprese e la cittadinanza”.

Lug 15

LE GIOVANILI DEL TODI AI NASTRI DI PARTENZA

 

Dopo il successo dell’Open Day Valencia C.F., la società  tuderte  ha già messo a punto  lo staff  tecnico e medico per l’imminente stagione sportiva. L’esperienza maturata in oltre 25 anni d’ininterrotta attività calcistica giovanile, il riconoscimento federale di Scuola Calcio qualificata ed  un gruppo di   tecnici e  collaboratori collaudati,  permetterà la partecipazione alla stagione sportiva 2018/2019 di  ben  15 squadre, in tutte le categorie federali  ( bambini nati dal 2013 al 2002), e con il fiore all’occhiello della disputa dei Campionati Regionali con le squadre  Allievi e Giovanissimi . L’inizio dell’attività è fissata al 20 Agosto per  le squadre Allievi e Giovanissimi, mentre Esordienti, Pulcini, Primi Calci e Piccoli Amici calcheranno i campi di gioco a partire da Lunedì 27 Agosto. La riconferma dell’affiliazione con la squadra spagnola del  Valencia C.F.  permetterà inoltre agli istruttori di avvalersi delle più innovative esercitazioni  tecnico – tattiche mirate alla crescita armonica dei giovani calciatori, mentre la novità del 2019 è costituita dalla possibilità, per ogni squadra,  di partecipare al “Match-day Experience” , volando  a Valencia, in Spagna, per assistere ad una gara di Champions League allo Stadio Mestalla  e disputare, il giorno seguente, una partita amichevole con i pari età del Valencia all’interno della Ciutat Esportiva iberica.

E’ proprio per questo che la società Giovanile del Todi  ha fatto suo il motto:

Educamos personas, formamos futbolistas

 

STAFF TECNICO E MEDICO STAGIONE SPORTIVA 2018/2019

Allievi Regionali      –        Tommasini Massimo, anni 59, allenatore di base FIGC-UEFA B.

Giov.mi  Regionali  –        Ciliani Claudio, anni 47, allenatore di base FIGC-UEFA B, patentino BLSD.

Giov.mi  Prov.li        –       Pulcioni Alessio, anni 36, allenatore di base FIGC-UEFA B, patentino BLSD.

Belloni  Emanuele, anni 21, diplomando Scienze Motorie.

Esordienti  2006    –          Tarpani Lorenzo, anni 42, calciatore Todi.

Trotta Fabio, anni 36, Istruttore Giovani Calciatori FIGC, patentino BLSD.

Esordienti 2007     –           Santucci Mirko, anni 42, calciatore tuderte.

Angeloni Nicolas, anni 23, calciatore Todi C5.

Pulcini 2008          –           Primieri Mauro, anni 39, Dott. in Scienze Motorie, patentino BLSD.

Pulcini 2009          –          Filoia Andrea, anni 48, allenatore di base FIGC-UEFA B, patentino BLSD.

Faloci Simone, anni 40, Istruttore Giovani Calciatori FIGC.

Gabbiani Nulli Roberto, anni 21,diplomando Scienze Motorie.

Primi Calci 2010  –            Primieri Mauro, anni 39, Dott. in Scienze Motorie, patentino BLSD.

Gabbiani Nulli Roberto, anni 21, diplomando Scienze Motorie.

 

Lug 14

IL NARNIA FESTIVAL APRE LA VII EDIZIONE CON UN ‘CRESCENDO…..ROSSINIANO’

 

Si aprirà con un ‘Crescendo… rossiniano’, martedì 17 luglio al San Domenico – Auditorium Bortolotti di Narni, la settima edizione del Narnia festival. La kermesse, ideata e diretta dalla pianista Cristiana Pegoraro, si configura come un contenitore che ospita varie forme d’arte e propone circa 50 appuntamenti in dieci giorni, fino al 29 luglio, toccando anche le città umbre di Terni, Amelia, Orvieto, San Gemini e Acquasparta.

La serata inaugurale, dalle 21.30, proporrà in prima assoluta ‘Crescendo…Rossiniano!’, spettacolo teatrale musicale sulla vita e le opere di Gioachino Rossini, con le più belle ouverture del celebre compositore nella trascrizione per pianoforte e orchestra d’archi curata da Cristiana Pegoraro. La pianista si esibirà insieme all’Orchestra Filarmonica Città di Roma diretta dal Maestro Lorenzo Porzio. Le voci recitanti saranno quelle di Yuri Napoli e Carlotta Rondana, su immagini a cura di Yuri Napoli. A presentare l’evento Massimo Giletti, che sarà insignito del premio Narnia Festival-Leone d’argento alla carriera. Dalla classica al cinema nell’appuntamento di mercoledì 18 luglio alle 21.30 al Circolo Il Drago di Terni, ‘Cinemusicando’, dedicato alle colonne sonore che hanno segnato un’epoca con la partecipazione dell’attore Sebastiano Somma, di Cristiana Pegoraro al pianoforte e del Quartetto Sirio. Ancora note ma a lume di candela nell’altro appuntamento di mercoledì 18 luglio, quello che permetterà di visitare la Narni sotterranea (alle 19.30, 20.30 e 21.30) e di assistere al concerto nella chiesa di Santa Maria Impensole durante il quale sarà proposta una delle opere più toccanti del repertorio barocco, lo Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi diretto dal Maestro Lorenzo Porzio. Spazio anche per i più piccoli giovedì 19 luglio alle 19 al Museo Eroli, con lo spettacolo di burattini e marottes “Opera buffa”, che offre una rilettura comica dei molteplici aspetti della mimica e del canto degli artisti. In scena Francesca Rizzi, Chantal Fori ed Elena Stabile. “Vezzose soprano, a volte stonate, dalle chiome lucenti – ha spiegato la Pegoraro – sono accompagnate da austeri tenori eleganti e baffuti e da una pianista a sei mani nelle colorate e animate coreografie. La musica ci sorprende con le note di Verdi, Rossini, Scarlatti, Puccini e Rota tra zuffe, frizzi, acuti e lazzi degli otto vivaci e monelli coristi”. Ancora opera, sempre a Narni giovedì 19 luglio, alle 21.30 al teatro comunale Giuseppe Manini con un viaggio musicale nella storia del melodramma basato sul connubio di musica e danza, ‘Istanti d’opera’ per la regia di Alessio Pizzech e le coreografie di Rosanna Filipponi. Sul palco, i cantanti della masterclass della famosissima soprano e didatta Elizabeth Norberg-Schulz e Matthew Marriott, i danzatori del programma Narnia Dance, e Cristiana Pegoraro al pianoforte.

Da mercoledì 18 luglio alle 18 inaugura al San Domenico con la pianista Elisa Cascio anche la serie ‘Classica Young’, dedicata a giovani promesse del concertismo internazionale e agli studenti dei corsi di alta formazione inseriti nel festival, insignito anche quest’anno della medaglia del presidente della Repubblica.

Post precedenti «